La Gis a Plan de Coronas con Jova

La Gis addetti ai servizi di controllo Plan de Corona

La Gis a Plan de Coronas con Jova

La Gis ha partecipato al servizio di sicurezza del concerto del Jova Beach Party Tour tenuto a Plan de Coronas.

L’inizio era in programma per le 18. Ma, a causa del violento temporale abbattutosi sull’area del concerto dalla tarda mattinata al primo pomeriggio e per paura che questo potesse replicarsi la sera, impedendo il deflusso del pubblico, tutto è stato anticipato.

Jovanotti ha portato a termine il concerto sulla “spiaggia più alta d’Italia” – così è stato ribattezzato da lui stesso – vale a dire Plan de Corones, in provincia di Bolzano, a 2.275 sul livello del mare. È stata una grande festa per i 28 mila che hanno affollato la montagna per uno dei concerti più attesi, ma anche più contestati dell’estate.

A fare da “tappeto” al pubblico della data altoatesina del Jova Beach Party era un’enorme distesa di fango. Alle 15, le funivie che conducevano ai 2.275 metri dello spazio del concerto sono state fermate: troppo forti le raffiche di vento in quota e troppo violenta la pioggia per consentire l’eventuale deflusso del pubblico in totale sicurezza. Come già detto, il concerto di Lorenzo è iniziato alle 16, con due ore di anticipo.

A separare il palco dalle seggiovie erano due cordoni di sicurezza formati  dai nostri addetti ai servizi di controllo.

Gli affezionati della transenna avevano raggiunto la valle di Plan de Corones già dalle prime ore del mattino, per salire all’apertura del servizio delle funivie.

Al termine dell’esibizione il deflusso verso le funivie è stato regolare e senza problemi, grazie anche al cambiamento climatico.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: